Bio Trattamenti

Bio Trattamenti .Nel 2010 il bromuro di metile viene messo al bando in Europa.. Nel 2011 CDL sigla una  collaborazione con  EcO2, società olandese specializzata nei trattamenti mediante gas inerti (azoto e CO2). CDL utilizza l’azoto come tecnica  di conservazione dei cereali immagazzinati. In agricoltura biologica non è possibile trattare le masse di grano con prodotti chimici; tuttavia, a tale scopo il Reg. CE 889/2008 prevede l’impiego di gas inerti come CO2 (anidride carbonica) e N2 (azoto). Tali trattamenti di disinfestazione in atmosfera controllata risultano infatti in grado di eliminare con successo eventuali infestanti presenti nelle derrate alimentari. Queste tecnologie di conservazione dei prodotti bio sono applicabili a tutti i prodotti secchi o essiccati stoccati nelle normali strutture di conservazione. L’azoto e la CO2 vengono normalmente introdotti nella massa di cereale sino a raggiungere una concentrazione pari ad almeno il 95% in volume (fase di saturazione). Le percentuali di gas da raggiungere e mantenere, in relazione al tempo di esposizione, possono variare a seconda della tipologia di infestazione; della temperatura interna e dell’umidità; delle condizioni di stoccaggio del prodotto.
La concentrazione di gas inerte contenuta nella struttura adibita allo stoccaggio del materiale cerealicolo biologico deve essere mantenuta per un periodo compreso fra i 7 e i 12 giorni, in relazione alle temperature e al volume. Tale trattamento di disinfestazione in atmosfera controllata allontana l’ossigeno, eliminando così per asfissia gli insetti infestanti. Rispetto ai tradizionali metodi di disinfestazione, i principali vantaggi derivanti dall’applicazione di azoto e CO2 sono l’assenza di residui tossici post-trattamento nelle derrate alimentari; una considerevole diminuzione della carica batterica e delle muffe; un buon grado di sicurezza per l’operatore in fase di applicazione.

Ti piace questo post?