3 novembre 2017

Cimice Asiatica, lei dall’outfit aggressivo

Halyomorpha halys, questo per dire cimice asiatica, per dire anche fobia che negli ultimi periodi sta colpendo l’intero paese. Ha un outfit rinnovato dalla vecchia cimice verdastra , si presenta tigrata con un look un po’ più aggressivo, segno particolare una proboscide ben in vista. Teniamo subito a precisare che non è dannosa per l’uomo, può essere fastidiosa solo se attiva le sue ghiandole sprigionando il classico odore acre che contraddistingue questo insetto. Stiamo assistendo ad una vera e propria invasione  e non avendo predatori diretti , le cimici asiatiche trovano  ampio spazio nel nostro territorio causando non pochi problemi al mercato orotofrutticolo. La cimice asiatica è ghiotta di frutta e verdura , si nutre inserendo la proboscide all’interno del frutto prelevandone il succo, il danno viene creato da degli enzimi contenuti nella saliva  che rendono necrotica la parte intorno al foro di entrata , lasciando così una macchia nera che rende il prodotto non commerciabile. Una soluzione che si sta adottando nei frutteti dell’alta Italia, è l’utilizzo delle reti che proteggono dalla grandine, che riescono ad impedire l’attacco di questi insetti evitando così un trattamento con agenti chimici. Ventanni fa negl Stati Uniti, la cimice asiatica ha fatto più di 40 milioni di dollari di danno , rovinando interi frutteti , In italia non siamo ancora a livelli preoccupanti come sostiene Lara Maistrello, entomologa dell’Università di Modena e Reggio Emilia autrice di sei dei ventisette articoli del numero di settembre del Journal of Pest Science dedicato esclusivamente all’invasione delle cimici asiatiche, ma allo stesso tempo il problema è considerato grave perchè al momento attuale non ci sono soluzioni per eliminarlo. Per l’Australia , l’Italia è considerata un paese “untore” , in quanto sono arrivate merci infestate dalla cimice asiatica per questo motivo il governo neozelandese vuole certificazioni di dinfestazione dalla cimice asiatica sulle merci provenienti dall’Italia, effetuate da aziende specializzate. Si annidano nelle case perchè cercano ambienti caldo umidi dove svernare, mangiano di tutto e possono abitare ovunque , un fattore fondamentale della loro presenza è il clima se si verfica un inverno freddo e piovoso tenderanno a scomparire, per il momento il fenomeno è sicuramente in crescita e non avendo soluzioni bsognerà limitarsi a contenere il problema . L’entomologa Lara Maistrello ci da dei dati tecnici “È capace di volare per 2,5/5 chilometri al giorno e attacca ogni frutto. Abbiamo accertato che una femmina riesce a deporre in media 285 uova all’anno, e dopo le madri, nella stessa stagione, depongono le figlie. Fermarle è difficilissimo. Trovi le cimici, prepari il trattamento, ne ammazzi una parte e le altre cambiano “banchetto”.Una soluzione è allevare i nemici naturali delle cimici, come un minuscolo imenottero parassita delle uova. L’encyrtus telenomicida, di dimensioni inferiori ad 1 mm, allevabile in biofabbriche, offre, secondo il Crea, buone prospettive per il controllo biologico della Cimice asiatica. Altra soluzione è costruire una trappola per cimici .Se volete pareri e consigli contattateci. Cdl risolve dal 1954.

4-Halyomorpha-halys-nymph_scheda-tematica-cimice-asiatica

cimice asiatica

Ti piace questo post?

Potrebbero interessarti

outfit-zanzare-estate-2017

Zanzare,Vi Amo

Anche quest’anno le zanzare sono già arrivate a tormentare le nostri notti, se ci mettiamo anche che sono arrivate con un buon mese di anticipo, per le temperature scostanti di queste giornate primaverili, dobbiamo già iniziare a preoccuparci. Pensare di vivere questa lotta  contro le zanzare , come una...

le formiche, illustrazione, oblo creature

IN FILA PER UNO COL RESTO DI ZERO

in fila per uno col resto di zero, già è così che piano piano le vediamo sfilare in modo organizzato, ordinato, ognuna programmata per il proprio compito dritte all’obbiettivo finale. Lungo il muro, in salite vertiginose o in discese mozzafiato, sfidando le leggi gravitazionali, sono loro le Formiche. Reperiscono...