9 gennaio 2017

Natale con i tarli

Ed eccoci qua arrivati finalmente alle festività natalizie, quest’anno con una grande ed entusiasmante novità : finalmente la vecchia casa di campagna dei nonni era stata ristrutturata e potevamo trascorerci le vacanze. Macchina carica, famiglia al completo partiamo per questo piccolo trasferimento di dimora che durerà fino all’Epifania, finalmente via dai fastidiosi rumori della città per godersi la tranquillità della campagna. Entrando in casa , subito l’odore del legno delle nuove travi che sorreggono il tetto, mi entra nel naso e mi fa sentire a casa, ceniamo e poi tutti a scaldarsi davanti al camino, piano piano inizia la transumanza verso le stanze da letto e dopo aver sistemato il fuoco anche io mi infilo finalmente a letto. La tranquillità regna sovrana e piano piano sprofondo nel sonno, tutto pareva perfetto ma ad un certo punto un ticchettio, nel dormiveglia pensi ad una sveglia , ad un vecchio orologio, ma era un rumore che veniva dall’interno uno scricchiolio, un mordicchamento, fatto sta che mi sveglio ed inizio ad ascoltare. Non capisco da dove provenga ma nel silenzio della notte sembra che si amplifichi con il passaggio del tempo. Tutti dormono beati, io inizio a vagare per casa scendo in cucina, anche li avverto il solito rumore, lo localizzo in alto ed inizio a scrutare verso il tetto che però è molto alto, cammino scalzo per la cucina e sotto la pianta del piede sento della polvere, ci passo la mano sopra e guardo per terra scorgendo della segatura. Sento lo scricchiolare in cucina e di risposta uno scricchiolio dalla sala, quasi cadenzato , come un’ orchestrina. Ecco fatto rovinata la tranquillità, telefono alla mano inizio ad interrogare il vate Google, inserendo i “ sintomi” : rumori dal tetto, segatura per terra, scricchiolio, schiaccio cerca e la prima immagine che mi appare e un insetto con lunghe antenne, a  dir la verità anche affascinante, un corpo simile ad uno scarafaggio , bello corazzato e dall’aria battagliera, il capricorno delle travature. Un infestante in grado di raggiungere le dimensioni di un dito , continuo a leggere ed è qui che trasalgo: Il Cerambicide, detto anche Capricorno delle case, attacca prevalentemente travi di carpenteria non più vecchie di 90 anni, perchè non alberga nell’intestino di batteri che digeriscano per lui la lignina.Ha bisogno, quindi, di trovare le sostanze azotate che gli permettano questa funzione nel legno stesso, sostanze che non sono più presenti nelle travi in opera dopo 90 anni.Le distruzioni operate dai cerambicidi possono essere totali.
Lo scavo può arrivare alla parte più interna e dura, il duramen, che difficilmente viene attaccato, ma le gallerie possono proseguire per tutto lo spessore della trave, compromettendone la portanza meccanica. Mi aggiro in  casa a testa all’insu e mi accorgo che il rumore è praticamente in tutte le stanze, cosi come  i rimasugli di segatura per terra, che è la parte del pasto che viene scartata. Inizio a pensare che abbiamo cambiato le travi un anno fa , quindi è impossibile che il problema sia questo , ma documentandomi ancora trovo che il problema è proprio presente nelle travi di nuova fattura, che nella maggior parte dei casi non vengono trattate come dovrebbero prima della posa in opera. Torno a letto e passo la notte a cercar rimedi . Risultato passo tutte le vacanze Natalizie a sperimentare metodi fai da te per eliminare il problema risultato: non arrivo a niente se non a cercare  indirizzi di aziende specializzate che trattano il problema .Prendo un appuntamento e una ditta specializzata si presenta per un sopralluogo gratuito, valutano attentamente il problema stilandomi un preventivo che stabilisce un canone con una durata prestabilita di vari trattamenti cadenzati nel tempo, garantendomi la soluzione al problema al cento per cento. Quindi da questa esperienza che a distanza di 5 mesi ho risolto grazie all’intervento di questa ditta specializzata, mi sento di poter dare degli  utili consigli per individuare il problema, se vi trovate davanti a dei piccoli buchino nel legno, trovate segatura per terra, sentite un rumore ritmico che vi farà perdere il sonno o addirittura vi trovate delle punture fastidiose sul corpo , siete sicuramente davanti al problema del Capricorno delle travature, un consiglio che vi do non provate con metodi fai da te, perché non risolverete un bel niente ma contattate subito   una ditta specializzata prima che il problema vi sfugga di mano e diventi irreparabile . Buone vacanze a tutti.800px-Holzwurm_anobium_punctuatum_in_hole

Ti piace questo post?

Potrebbero interessarti

zanzara-tigre-malaria

Zanzare senza tregua. Livorno

L’estate è finita ma pare che il problema zanzare non sia ancora terminato. In queste ore stiamo assistendo ad una vera e propria invasione di zanzare, le copiose pioggie delle settimane scorse hanno preparato il terreno per una nuova  proliferazione delle zanzare, oltre che ferire con una potente e...

news torino

You Load, We Care – Torino – Ece 2016

Dopo 10 anni , l’Italia torna ad ospitare la borsa Europea del Commercio giunta alla sua 56esima edizione. Il settore cerealicolo e delle commodities agroalimentari si dà appuntamento nel 2016 a Torino: è l’occasione per riunire tutti gli operatori del settore coinvolgendo l’intera filiera dai produttori ai trasformatori, attraverso...